Università degli studi di Padova

logo uni dipartimento fisspaIl Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (Fisppa) dell’Università di Padova è stato attivato il 1 gennaio 2012, ed è nato in seguito alla confluenza di studiosi di vari settori scientifico-disciplinari con l’obiettivo di favorire la costituzione di un’area scientifico-culturale più vasta all’interno della quale la riflessione filosofica, la sociologia, la pedagogia e la psicologia applicata possano interagire tra di loro in una prospettiva di interdisciplinarità. Al Dipartimento fanno capo numerosi e diversi corsi di studio, dottorati di ricerca, corsi di perfezionamento e master.
Franca Bimbi, professore ordinario nel Dipartimento Fisppa, Sezione di Sociologia, coordinerà le attività all’interno del progetto “L’infinito Viaggiare”. Di recente la Prof. Bimbi è stata responsabile scientifico di due progetti che hanno sviluppato una metodologia che trova in “L’infinito viaggiare” un ulteriore approfondimento. Il progetto europeo “Speak Out! Empowering migrant, refugees and ethnic minority women against gender violence in Europe” (marzo 2011-febbraio 2013) ha dato voce a donne migranti, di origine migrante e rifugiate sui temi della violenza di genere attraverso la metodologia dello story telling. Nel successivo progetto “A nostro agio in città” (maggio-ottobre 2014) si è sviluppato un percorso di ricerca e ricerca azione nella città di Padova; cittadine e cittadini migranti e nativi sono stati coinvolti in laboratori transculturali di autobiografia e di story telling, attraverso metodologie interattive e walk about (passeggiate interculturali) al fine di riflettere “sulle differenze per una città a misura di chi ci vive”.

Contatti: Sito

Ruolo nel progetto

Il Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (Fisppa) dell’Università di Padova, attraverso il coordinamento scientifico della professoressa Franca Bimbi, collaborerà con l’Associazione Vite in Viaggio nella progettazione e realizzazione delle passeggiate interculturali, al termine delle quali redigerà un report con approfondimenti e riflessioni generati all’interno di quest’attività.
Verrà inoltre offerto un supporto scientifico e metodologico al laboratorio di scrittura autobiografica per donne migranti.